Logo Smeg

La storia

Si prega di utilizzare questo modulo solo per condividere la pagina d’interesse. Per richieste di chiarimenti e informazioni si prega di utilizzare il form presente nella pagina contatti.

Passione e visione imprenditoriale da oltre 65 anni

Smeg, fondata nel 1948 da Vittorio Bertazzoni a Guastalla, Reggio Emilia, è l’azienda italiana che ha saputo evolvere semplici elettrodomestici in autorevoli interpreti del design Made in Italy. La storia produttiva ed imprenditoriale della famiglia Bertazzoni ha inizio nel XVII secolo. Dapprima fabbri, i Bertazzoni hanno differenziato, nel tempo, la loro attività per diventare, successivamente, costruttori di cucine. 

Nell’immediato dopoguerra, in un contesto economico di sviluppo e di crescente urbanizzazione, che porteranno a un radicale cambiamento dei modelli sociali, nasce Smeg. I mutati ritmi della vita cittadina, la nuova struttura dei nuclei familiari, la figura della donna lavoratrice sono le esigenze sulle quali l’azienda inizia a studiare prodotti che rispondano alle richieste di tecnologia e di rinnovamento dell’idea stessa di Casa. Gli elettrodomestici diventano oggetti da esibire come veri e propri status symbol, contribuiscono al cambiamento dei costumi perché alleggeriscono i lavori di casa e accrescono il tempo libero, trasformando le attività domestiche anche in momenti di svago.

Nella seconda metà degli anni ‘50, Smeg presenta una delle prime cucine a gas dotate di accensione automatica, valvola di sicurezza nel forno e programmatore di cottura. Nel 1963 si apre la produzione della gamma lavaggio, che sfocerà nel 1970 in un’anteprima mondiale: la lavastoviglie da 60 cm con una capienza di 14 coperti. Piani cottura e forni da incasso fanno il loro ingresso a metà degli anni ’70 periodo a cui risale l’inizio della collaborazione con i più importanti architetti e designer mondiali. Negli anni ‘90 Smeg completa l’offerta produttiva inserendo a catalogo lavelli, cappe d’arredo e i frigoriferi colorati stile anni 50 destinati a diventare icone internazionali.

Consolidata la propria posizione nel settore degli elettrodomestici, Smeg ha successivamente differenziato la produzione inserendo nuove divisioni professionali: prodotti per ristorazione e strumentazione per la disinfezione sanitaria.

Oggi Smeg, che conserva nell’acronimo Smalterie Metallurgiche Emiliane Guastalla, il ricordo dell’attività inizialmente svolta, è giunta alla terza generazione di imprenditori e rappresenta un gruppo internazionale presente con ben 17 filiali dirette in tutti e 5 i continenti.