Cucine

La cucina deve sempre essere installata a livello, servendosi di una bolla per regolare i quattro piedini. Occorre anche rispettare la distanza minima di 65 cm tra il pianale e il pensile, oppure la cappa di aspirazione, se presente, per garantire il funzionamento in totale sicurezza.

Le cucine Smeg sono dotate di un sistema di raffreddamento che mantiene bassa la temperatura sulla facciata e sui fianchi, così da permetterne l'inserimento fra i mobili, senza pericolo di surriscaldamento.

Se la cucina è inserita fra i mobili, il suo pianale deve essere alla stessa altezza del piano top.

Nelle cucine Smeg, per mantenere le condizioni originarie delle griglie e dei bruciatori in acciaio inox, si raccomanda una pulizia frequente con il prodotto specifico Smeg crema PAIX-1 e carta da cucina. L'acciaio cambia colore, annerendosi sia per il processo di ossidazione che per l’utilizzo di recipienti troppo grandi, con diametro di oltre 26 cm, oppure della bistecchiera in ghisa.

Per una corretta manutenzione della cucina, le griglie in ghisa del piano di cottura devono sempre essere lavate a mano con un detergente neutro (es. quello per piatti) senza aggiunta di altre sostanze come limone, cloro, candeggina. È quindi sconsigliato lavarle in lavastoviglie, in quanto potrebbero opacizzarsi. In caso di incrostazioni ostinate, occorre utilizzare uno spazzolino per barbecue con setole in ottone e poi risciacquare.

Le ditate e le macchie conseguenti al quotidiano utilizzo della cucina possono essere rimosse con prodotti specifici quali il detergente spray XSplend-2 e il panno in microfibra PAMI-1.

In una cucina con piano induzione, il grande beneficio è nella rapidità di cottura: ad esempio l’ebollizione dell’acqua per la pasta e dell’olio per friggere avviene molto più rapidamente rispetto a un fornello a gas. Altri importanti vantaggi sono la facilità di pulizia per la superficie in vetro ceramico e piatto, il completo controllo elettronico che consente una totale sicurezza e svariate funzioni e personalizzazioni nell’uso delle zone cottura. Oltre a tutto questo, nei piani Smeg è prevista l'opzione ECO-logic con cui è possibile limitare la potenza assorbita a 2,8 kW, permettendo così di usare contemporaneamente più elettrodomestici.

Il coperchio in vetro presente su alcuni modelli di cucina Smeg è in vetro temperato di alto spessore. Tuttavia, come tutti i vetri, può rompersi in caso di urto violento, oppure in caso di sovrapposizione al piano con la fiamma accesa.

L'interno dei forni nelle cucine Smeg, se il modello non è dotato di uno specifico programma di pulizia, quale la funzione Vapor Clean oppure la Pirolisi, può essere pulito manualmente con i prodotti appositi proposti da Smeg, come lo spray PULIFORNO da passare con una spugna ed il panno in microfibre PAMI-1? per asciugare la superficie e renderla brillante.

Smeg propone diversi prodotti studiati appositamente per la pulizia del forno e del piano cottura in generale, quali PULIFORNO ?per la rimozione dei residui grassi all'interno del forno, XSPLEND-2? detergente per pulire l'acciaio inox esterno, PULICERAM per il vetro e PAMI-1? panno in microfibra.

I forni elettrici Smeg sono dotati di accorgimenti che, durante la cottura, riducono la temperatura della porta. Un'alta coibentazione intorno alla cavità, un dispositivo di ventilazione forzata, il sistema di raffreddamento tangenziale e la presenza di più vetri interni termoriflettenti garantiscono una contenuta temperatura esterna del forno (FRESH-TOUCH).

La ventola di raffreddamento del forno della cucina continua a girare per circa 20 minuti anche dopo il suo spegnimento, per accelerare l’abbassamento della temperatura interna.

La Pietra Pizza, presente su diversi modelli di cucine Smeg, è facilmente pulibile con aceto e una spugnetta da cucina non abrasiva, risciacquando poi accuratamente. Per sporcare meno la pietra, si suggerisce di porre sotto la pizza o il cibo da cuocere un foglio di carta da forno, da rimuovere al termine della cottura.